Il Dr. Quaglieri Giovanni in qualità di chirurgo plastico e medico estetico
(plastic and aesthetic surgeon)
esegue operazioni di chirurgia plastica estetica nelle seguenti strutture tra Italia ed Europa:

 

Prenota on line una visita cliccando QUI

 

  • Roma: Villa Valeria, Villa Salaria, in Via dei Liburni14.

  • Piacenza: Via Turati 2 (Località Besurica)

  • Pescara: P.zza Ettore Troilo 23

  • Avezzano: Via Aquila 8167051 (AQ)

  • S.Benetto del Tronto: presso il Centro Polispecialistico "Forum"

  • Sofia (Bulgaria): Clinica "NUOVA EUROPA"

 

 

L'APPROCCIO INTEGRATO

Quando avviene l'incontro preliminare con il paziente, l'interesse principale del Dr. Quaglieri è il raggiungimento della massima serenità all'interno della nostra struttura ed in relazione con l'intera equipe presente..

Per approccio globale integrato intendiamo:

- la capacità di valutazione dello stato globale di salute del paziente,in cui vanno inquadrate le problematiche medico-estetiche;

- la capacità di individuare le terapie più utili a risolvere i problemi del paziente,sia utilizzando le terapie proprie della Medicina Estetica, sia avvalendosi delle terapie specifiche della Medicina Biologica, della Chirurgia Plastica, integrandole al meglio con un sostegno di tipo psicologico e relazionale per ottenere i risultati migliori dal punto di vista fisico ed emozionale del paziente;

- la capacità di operare in ambito multidisciplinare, collaborando con le diverse professionalità mediche che possono interagire in ambito medico-estetico.

Concludendo, il nostro impegno si avvale di esperienza ed affidabilità, disponibilità e presa in carico di ogni singola realtà. Seguiremo il vostro cambiamento fisico e psicologico passo dopo passo, fino alla riuscita del progetto.

Il PRP (acronimo inglese di Platelet Rich Plasma), ovvero plasma ricco di piastrine, è una rinomata terapia rigenerativa che si giova dell'effetto dei fattori di crescita autologhi per la cura di diverse patologie del capello nonché per il ringiovanimento cutaneo. L’efficacia di questa terapia, effettuata dal Medico Chirurgo Plastico Giovanni Quaglieri, nell’alta percentuale di fattori di crescita piastrinici contenute nella sostanza utilizzata e derivata da uno specifico e particolare trattamento del sangue.
La proliferazione cellulare garantita dal prodotto, in particolare delle cellule staminali, è il risultato di un primario trattamento del sangue autologo. Il PRP è difatti ottenuto direttamente dal sangue venoso prelevato al paziente, solitamente, nella prima seduta medica. Dopo il prelievo, il liquido organico viene sottoposto a processi di centrifugazione che determinano una separazione delle sue componenti, per poi favorire la formazione di una nuova sostanza più ricca di piastrine, e di consistenza gelatinos
Questa terapia piastrinica è piuttosto promettente per contrastare la caduta dei capelli, ed è inoltre considerata una fruttuosa alternativa ad altri tradizionali trattamenti curativi offerti dalla medicina. Una volta innestato entro una specifica zona da trattare, il PRP favorisce una rapida rigenerazione tissutale, e nel caso specifico del cuoio capelluto, stimola l’attività cellulare delle staminali dei bulbi piliferi da tempo silenti e regola la crescita degli stessi. La terapia consente quindi di ottenere nella maggioranza dei casi una ricrescita di capelli. Il trattamento si svolge in ambulatorio e può durare fino a quaranta minuti circa. Previa anestesia locale, si utilizza a seguito un particolare strumento medico, tipo roller, con micro-punte a scopo abrasivo e stimolatore della crescita dei capelli. Si passa poi all’utilizzo del gel derivato dal trattamento sanguigno. La soluzione viene iniettata e successivamente meglio distribuita tramite un massaggio del cuoio capelluto. Una volta conclusa la seduta, il paziente potrà tornare senza problemi alle attività giornaliere, ma per ammirare i risultati del trattamento sarà necessario attendere qualche mese.


Per chi è indicato:

Il trattamento è indicato per varie patologie del capello:

  • alopecia androgenetica
  • alopecia areata
  • alopecia universale
  • per chi si è sottoposto ad autotrapianto dei bulbi piliferi (indicato in questo caso per migliorarne il risultato finale

Non è però consigliata in casi di totale perdita dei capelli.

IL PRP VULVARE

Il PRP vulvare permette di migliorare l’estetica della vulva come pure risolvere i disturbi della peri- o post-menopausa o patologie distrofiche o degenerative della vulva: Il trattamento consiste nell’infiltrazione del proprio stesso plasma arricchito di piastrine e fattori di crescita opportunamente preparato.
Le piastrine liberano dei fattori di crescita (in particolare il PDGF, Platelet Derived Growth Factor), che promuovono la neosintesi di collagene, elastina ed acido ialuronico da parte dei fibroblasti, ed in questo modo stimolano ed accelerano il naturale processo di rinnovamento della cute vulvare e ne migliorano tono e trofismo.
Il trattamento completo richiede 3 sedute di PRP a distanza di circa 6 settimane. Il PRP viene infiltrato nel derma delle grandi e piccole labbra, sulle quali è stato applicato un impacco di crema anestetica in occlusione tenuto in posa per circa 30 minuti. Sia durante che dopo la procedura il dolore è pressoché nullo o scarso e la Paziente può riprendere a svolgere praticamente da subito la maggior parte delle comuni attività quotidiane evitando solamente sauna, bagno turco e docce molto calde per una settimana. Dopo 48 ore è possibile fare sport ed avere rapporti sessuali.


Il PRP vulvare è indicato sia per donne in età fertile per il ringiovanimento vulvare con l’aumento del volume delle grandi labbra per migliorarne l’aspetto esteriore dal punto di vista del tono e trofismo, sia per le donne in peri- o post-menopausa che lamentano secchezza all’ingresso vulvare, mancanza di elasticità, con difficoltà o dolori durante i rapporti sessuali, tipici della menopausa o affette da malattie sclerotizzanti le mucose (Lichen scleroso).

Altri utilizzi del PRP

Questa terapia rigenerativa, nonostante la ridotta notorietà, trova il suo utilizzo anche in altri settori della medicina. Viene infatti utilizzata per accelerare la rigenerazione cellulare in caso di ferite gravi o anche in ortopedia per facilitare i processi di guarigione di fratture ossee. Il suo impiego si estende poi alla chirurgia maxillo-facciale e in casi più rari anche per la cura di ulcere vascolari e piaghe da decubito. Il gel, ottenuto sempre secondo le stesse modalità di centrifugazione del sangue, è applicato sulla zona del corpo lesa svolgendo una vantaggiosa attività di guarigione accelerata.

Un notevole vantaggio della terapia è la totale assenza di rischi di infezioni o allergie, in quanto il prodotto estratto dal trattamento sanguigno è di origine autologa.

Le tre grazie, Canova. Neoclassicismo.Cosa si intende per medicina estetica e chirurgia plastica? La parola al Medico Chirurgo Giovanni Quaglieri, esperto di Chirurgia Plastica ricostruttiva ed estetica.

"La medicina estetica e la chirurgia plastica affondano le loro radici nel lontano passato. Fin dall'antichità l'arte greca stabiliva nelle proprie sculture i canoni della bellezza, indirizzati al raggiungimento dell'armonia delle forme connessa all'equilibrio psicofisico.

Il legame tra mente e corpo, il rapporto fra l'immagine che abbiamo del nostro corpo e il nostro modo di relazionarci con il mondo è concetto ormai scontato.
La chirurgia plastica e la medicina estetica possono apportare parziali cambiamenti al nostro aspetto esteriore, a cui consegue molto più spesso una rielaborazione della nostra immagine interiorizzata e proiettata all'esterno e questo effetto incide in maniera sostanziale a livello psicologico.

Da qui possiamo dedurre l'importanza della chirurgia plastica e della medicina estetica, come interventi non fini a se stessi, ma come interventi estetici che oltre al miglioramento esteriore del paziente portano con se una sua modifica positiva sia nei rapporti sociali/interpersonali che nella sua produttività in generale."

La chirurgia plastica e la medicina estetica regalano maggiore felicità all'esistenza di ognuno, sia al paziente sia a coloro che lo circondano.

In tutto questo si inserisce prepotentemente un aspetto fondamentale, il chirurgo plastico estetico, la sua competenza, la sua professionalità e la sua esperienza nel campo.
Tutto ciò finora scritto è vero fin quando il chirurgo plastico estetico sa quello che fa e lo sa fare bene, quindi se maturate l'idea di sottoporvi ad un intervento di chirurgia plastica estetica non dovrete pensare solo al costo dell'intervento ma, molto più importante, scegliete con cura il vostro chirurgo plastico estetico.